Speriamo questa volta si affronti con la giusta attenzione la situazione, la nuova ondata di freddo siberiano che porterà gelate e precipitazioni nevose è oramai alle porte, nè usciremo indenni?

Fin’ora l’unica cosa certa è la palese disorganizzazione, palpabile in tutta la penisola da Nord a Sud, come se non avessimo mai visto la neve cadere quando, ci tengo a precisare che solo il 23% del nostro paese è pianeggiante, insomma dovremmo essere preparati a dovere eppure per l’ennesima volta dimostriamo tutti i nostri limiti.Ci sono zone ancora senza corrente e con notevoli disagi spesso dimenticate anche dai TG, senza contare di quanto sia cagionevole la nostra nazione sia sotto il profilo ferroviario che quello stradale praticamente subito in tilt alle prime nevicate, eppure ci sono paesi che convivono con la neve quotidianamente nel loro inverno.

Sicuramente questo freddo è eccezionale e l’abbiamo appurato di persona tutti, ma ora invece di fare inchieste su chi ha sbagliato i vari piani di emergenza, non sarebbe il caso almeno per una volta di rimboccarci le maniche prima e non dopo?