Le tanto attese liberalizzazioni..che parolona… e che dilemma!!

Il Governo Monti mette all’opera una serie di provvedimenti facendo credere a tutti noi italiani che qualcosa, di grosso, stia per cambiare!

Il Decreto effettivamente è andato in porto ma, come mai nessuno sembra essersi accorto che..tutto è come prima??

Più precisamente faccio riferimento al decantato preventivo.. che gli avvocati (chissà quanti avranno esclamato: «Ah,ecco! Finalmente!») dovranno presentare al proprio cliente! Ma.. il preventivo, verrà allegato al verbale di udienza?Sembrerebbe di no e anche qualora venisse realmente sottoscritto al momento del conferimento del mandato dal cliente all’avvocato, potrebbe poi essere sostituito con un nuovo accordo del cliente (pratica che nessuno potrebbe mai scoprire al di fuori dei due sottoscrittori).

Quanto alle tariffe, recita la norma: «la misura del compenso, deve essere adeguata all’importanza dell’opera» !!Come dire sembrerebbero molti gli escamotage, per poter continuare ad operare come prima ed aggirare questi provvedimenti.

E ancora, vogliamo parlare della liberalizzazione delle farmacie? Si tratta semplicemente di un monopolio più allargato..quando, invece, era proprio l’esercizio delle stesse, a non dover prevedere più nessun sbarramento.

Sempre che la salute sia ancora considerata uno dei diritti nonché valori cardine della nostra Costituzione, mi auspico che qualcosa davvero possa iniziare a cambiare.